Newly founded Italian Cities of the Thirties. Ideologies, Theories and Technical achievements

Authors

  • Alessandra Muntoni

Abstract

Abstract: Although the new cities are to be considered a course against the current in modern culture in the twentieth century, they delineate an original significance that, in fact, belongs to the contemporary, because it deals with an unresolved problem: the methodological continuity between town planning and architecture. The new cities founded in Italy in the thirties, and in particular those of the Agro Pontino, make this antithesis emerge, and therefore they have often returned, in these last decades, to the center of the debate. And this not only for a historical research that studied an experimental sample not yet well investigated, but above all for a question related to the way of building the city. Here, this is precisely the problem: how do you build a city? In Italy there are, in those years, many ways of responding to this question. However, two are the most obvious poles. On one side are the planners, on the other, the architects. In between there is a keyword launched from Mussolini, taken by Giuseppe Bottai, taken over by many urban planners and many architects: ‘disurbanamento’. Town planners are trying to find an autonomous discipline that moves town design (edilizia cittadina) – close to Gustavo Giovannoni’s ideas – from an intuitive discipline to a real scientific subject, with procedures, methods, especially with a scalar of intervention, proportionate to the different geographical entities. 

References

Maria Accascina, I Borghi di Sicilia, in “Architetturaâ€, maggio 1941, pp. 185-198

A.C.S., ONC, Concessionari Agro Pontino.

A.C.S., Raccolta Ufficiale Leggi e decreti, Sabaudia, Littoria, Mussolinia, Pomezia, Aprilia, Carbonia, E42, Mostra delle terre italiane d’Oltremare.

ARSA, Società Anonima Carbonifera Trieste, Trieste 1935, pp. 22-23.

Gianluigi Banfi, Ludovico Barbiano di Belgiojoso, La città corporativa, in “Quadranteâ€, n. 16-17, agosto-settembre 1934.

Renata Besana, Carlo Fabrizio Carli, Leonardo Devoti, Luigi Prisco (ed.), Metafisica costruita, Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Milano 2002.

Massimo Bortolotti, Torviscosa, nascita di una città , Udine 1988.

Giuseppe Bottai, Discorso per l’inaugurazione del I° Congresso Nazionale di Urbanistica (1937), Roma 1940.

Alberto Calza-Bini, Il piano territoriale come strumento della politica fascista del disurbanamento, in “Urbanisticaâ€, gennaio-febbraio 1941, p. 3.

Alberto Calza-Bini, La relazione illustrativa dell’INU in merito al progetto di legge urbanistica, in “Urbanisticaâ€, marzo-aprile 1941, pp. 3-10.

Guido Calza, Le origini latine dell’abitazione moderna I, in “Architettura e Arti Decorative†(“A.A.D.â€), settembre 1923, pp. 3-18.

Giuseppe Capponi, Motivi di architettura ischiana, in “A.A.D.â€, luglio 1927, pp. 481-494.

Giuseppe Capponi, Architettura e accademia a Capri, il ‘Rosaio’ di Edwin Cerio, in “A.A.D.â€, dicembre 1929, pp. 177-188.

Pasquale Carbonara, La colonizzazione del latifondo siciliano, in “Architetturaâ€, maggio 1941, p. 180.

Sabino Cassese, Gli enti pubblici e l’economia, in AA.VV., L’economia italiana tra le due guerre, Roma 1984, pp. 17-18.

Giorgio Ciucci, Il dibattito sull’architettura e le città fasciste, in Storia dell’Arte Italiana - il Novecento, Torino 1982.

Giorgio Ciucci, Gli architetti e il fascismo. Architettura e città , 1922-1944, Torino 1989, pp. 24-29.

Mauro Cozzi, Ezio Godoli, Paola Pettenella, Angiolo Mazzoni Architetto Ingegnere del Ministero delle Comunicazione, per “Quaderni di architetturaâ€, n. 4, collana diretta da Gabriella Belli, MART, Ginevra-Milano 2003.

Cesare De Seta (ed.), Belgiojoso, intervista sul mestiere di architetto, Roma-Bari 1979, pp. 18-28/50-51.

Italo Gismondi, Le origini latine dell’abitazione moderna II, in “A.A.D.â€, ottobre 1923, pp. 49-63.

Gustavo Giovannoni, L’urbanistica italiana alle soglie dell’anno XII, in “Urbanisticaâ€, gennaio-febbraio 1934, pp. 3-9.

Giuliano Gresleri, Pier Giorgio Massaretti, Stefano Zagnoni (eds.), Architettura italiana d’oltremare, Marsilio, Venezia 1993.

Enrico A. Griffini, La casa rustica nella Val Gardena, In “A.A.D.â€, marzo 1925, pp. 291-298.

Enrico Guidoni, L’E42 città della rappresentazione, il progetto urbanistico e le polemiche sull’architettura, in Maurizio Calvesi, Enrico Guidoni, Simonetta Lux (a cura di), E42, Utopia e scenario del Regime, Venezia 1987, pp. 17-83.

Riccardo Korherr, Regresso delle nascite, morte dei popoli, Roma 1928.

Feliciano Iannella, Il territorio pontino e la fondazione di Sabaudia, Roma 1975, pp. 67-68.

Amedeo Maiuri, Architettura paesana a Rodi, in “A.A.D.â€, maggio 1924, pp. 392-409.

Federico Malusardi (ed.), Luigi Piccinato e l’urbanistica moderna, Officina edizioni, Roma 1993, pp. 369-378.

Plinio Marconi, Architetture minime mediterranee e architettura moderna, in “A.A.D.â€, settembre 1929, pp. 27-44.

Riccardo Mariani, Fascismo e città nuove, Milano 1976, pp. 73-86.

Giovanni Michelucci, Il grande problema delle convivenze sociali nelle grandi città , in “Stile†n. 17, 1942.

Giovanni Michelucci, Elementi della nuova città , in “Stile†n. 23, 1942, pp. 3-5.

Giovanni Michelucci, Città antiche e vita moderna, in “Stile†n. 26, 1943, pp. 2-3.

Giovanni Michelucci, Urbanistica e politica, in “Stile†n. 28, 1943, pp. 2-5.

Giovanni Michelucci, Elementi di città nuova, in “Stile†n. 30, 1943, pp. 3-4.

Benito Mussolini, Discorso per l’insediamento del primo Governatore di Roma, in “Capitoliumâ€, gennaio 1926.

Benito Mussolini, Le culle sono vuote e i cimiteri si allargano, Prefazione, Riccardo Korherr, Regresso delle nascite, morte dei popoli, Roma 1928.

Valentino Orsolini Cencelli, Rievocazioni, in T. Stabile, Dalla Lestra al podere, Latina 1977.

Dagoberto Ortensi, Edilizia rurale, urbanistica di centri minori e borgate rurali, Roma 1943.

Giuseppe Pagano, Un sistema per l’accrescimento organico della città , in “Casabellaâ€, n. 90, giugno 1935.

Giuseppe Pagano, Architettura rurale in Italia, in “Casabellaâ€, n. 92, dicembre 1935.

Giuseppe Pagano, Guarniero Daniel, Architettura rurale italiana, in “Quaderni della Triennaleâ€, 1936.

Roberto Pane, Tipi di architettura rustica in Napoli e nei Campi Flegrei, in “A.A.D.â€, agosto 1928, pp. 529-543.

Antonio Pennacchi, Viaggio per le città del Duce, Città di Castello (PG) 2003.

Luigi Piccinato, Il significato urbanistico di Sabaudia, in “Urbanisticaâ€, gennaio-febbraio 1934, pp. 87-102.

Marcello Piacentini, Aprilia, in “Architetturaâ€, maggio 1936, pp. 193-212.

Marcello Piacentini, Il contenuto della nuova legge urbanistica, in “Architetturaâ€, settembre 1942, pp. 272-273.

Luigi Piccinato, Relazione al piano regolatore di Sabaudia (1971), in ID, Relazioni ai piani regolatori, Roma 1977.

Gino Pollini, La città funzionale-Marsiglia-Atene IV CIAM, in “Urbanisticaâ€, maggio-giugno 1934, pp. 116-183.

Pino Riva, Fascismo, politica agraria, ONC nella bonificazione pontina dal 1917 al 1983, Roma 1983.

Paolo Sica, L’Italia nel ventennio tra le due guerre, in ID, Storia dell’Urbanistica III-2, Roma-Bari 1978, pp. 323-520.

Paolo Sica, Antologia di Urbanistica dal settecento a oggi, Roma-Bari 1980, pp. 512-515.

Osvald Spengler, The Decline of the West (1918), Italian translation, Il tramonto del occidente, by Julius Evola, Longanesi 1981.

Virgilio Testa, Necessità dei piani regolatori regionali e loro disciplina giuridica, in “Architetturaâ€, luglio 1933, pp. 445-457.

M. Toscano, L’' 'assalto' al latifondo, in AA.VV., L’economia italiana tra le due guerre, Roma 1984, pp. 229-230.

Downloads

Published

2016-12-30

How to Cite

Muntoni, A. (2016). Newly founded Italian Cities of the Thirties. Ideologies, Theories and Technical achievements. L’architettura Delle città  - The Journal of the Scientific Society Ludovico Quaroni, 6(9). Retrieved from http://architetturadellecitta.it/index.php/adc/article/view/132

Issue

Section

L'Architettura delle città-The Journal of Scientific Society Ludovico Quaroni